Alla ricerca di un asilo nido

Un sito dedicato a tutte le mamme ed i papà … quanti di voi si sono ritrovato con la necessità impellente di individuare un asilo nido od una scuola per l’infanzia a cui poter affidare il proprio bambino? A volta la scelta è ponderata, vagliata e programmata, altre volte l’improvvisa opportunità di un impiego, per molti versi benedetta, ci trova impreparati per quanto concerne l’accudimento del bimbo in nostra assenza, e qui iniziano gli interrogativi, i dubbi e la spasmodica ricerca.

Il sito cercounnido.it si propone di offrire un elenco il più possibile completo delle strutture pubbliche e private in ambito di asili nido e scuole per l’infanzia in tutta Italia.

Gli indirizzi sono suddivisi per regioni e province così da facilitare il reperimento degli asili “papabili”, inoltre sono indicati recapito telefonico, orari di apertura per richiedere informazioni ed eventuali informazioni aggiuntive (la presenza di più strutture accorpate, corsi di lingua straniera, laboratori, periodi di chiusura).

Link a tema ad altri siti in diversi ambiti di interesse per genitori e famiglie ed una sezione dedicata ad eventi indirizzati ai più piccoli o a mamme e papà completano il sito.

Annunci

Bimbi in fattoria: le fattorie didattiche

Se siete genitori con bimbi in età scolare o se insegnate presso scuole dell’infanzia, primarie o secondarie di primo grado, le pagine di questo sito possono guidarvi nella scelta di una meta adatta ad una gita domenicale o ad un’uscita didattica con la vostra classe.

La denominazione fattoria didattica è frutto di una certificazione che le aziende agricole possono richiedere all’Ente provinciale di appartenenza nel momento in cui si mettono a disposizione, soprattutto di scolaresche, per spiegare, illustrare e promuovere le attività di campagna come l’allevamento e la coltura con “l’obiettivo di contribuire ad avvicinare alla campagna e alla cultura del territorio rurale prioritariamente gli alunni della scuola dell’obbligo, ma anche cittadini e target specifici, anche attraverso una maggiore conoscenza delle produzioni agroalimentari …” (D.G.R. II OTTOBRE 2002 – N. 7z10598).

Laboratori e dimostrazioni, sono ideate per far comprendere al bambino la realtà dell’allevamento e dell’agricoltura, ai nostri giorni poco conosciute, ma sempre molto interessanti ed affascinanti per grandi e piccini. I bambini potranno vedere come si munge una mucca, o provare a fare il pane, raccogliere le uova in un pollaio od osservare piante, fiori e frutti. Sono centinaia i luoghi dove è possibile organizzare una visita didattica per scolaresche o trascorrere una giornata all’aria aperta, divertente e rilassante senza rinunciare all’aspetto educativo ed istruttivo.

In home page troverete un introduzione ai contenuti ed all’utilizzo del sito, con pratici dettagli, utili per contattare la fattoria didattica a voi più vicina. Basta selezionare la regione italiana di vostro interesse, ed accedere alle singole schede delle fattorie. Le aziende agricole, con la qualifica di fattoria didattica, sono spesso anche degli agriturismo, così questa sarà una buona occasione anche per gli adulti per godersi un po’ di pace, gustare qualche buon prodotto gastronomico e, perchè no, anche per imparare qualcosa!

Bimbi in fattoria

Un sito che offre informazioni sulle moltissime fattorie didattiche (oltre 450) attive in Italia. Se siete genitori con bimbi in età scolare o se insegnate presso scuole dell’infanzia, primarie o secondarie di primo grado, le pagine di questo sito possono guidarvi nella scelta di una meta adatta ad una gita domenicale o ad un’uscita didattica con la vostra classe.

La denominazione fattoria didattica è frutto di una certificazione che le aziende agricole possono richiedere all’Ente provinciale di appartenenza nel momento in cui si mettono a disposizione, soprattutto di scolaresche, per spiegare, illustrare e promuovere le attività di campagna come l’allevamento e la coltura con “l’obiettivo di contribuire ad avvicinare alla campagna e alla cultura del territorio rurale prioritariamente gli alunni della scuola dell’obbligo, ma anche cittadini e target specifici, anche attraverso una maggiore conoscenza delle produzioni agroalimentari …” (D.G.R. II OTTOBRE 2002 – N. 7z10598).

Laboratori e dimostrazioni, sono ideate per far comprendere al bambino la realtà dell’allevamento e dell’agricoltura, ai nostri giorni poco conosciute, ma sempre molto interessanti ed affascinanti per grandi e piccini. I bambini potranno vedere come si munge una mucca, o provare a fare il pane, raccogliere le uova in un pollaio od osservare piante, fiori e frutti. Sono centinaia i luoghi dove è possibile organizzare una visita didattica per scolaresche o trascorrere una giornata all’aria aperta, divertente e rilassante senza rinunciare all’aspetto educativo ed istruttivo.

In home page troverete un introduzione ai contenuti ed all’utilizzo del sito, con pratici dettagli, utili per contattare la fattoria didattica a voi più vicina. Basta selezionare la regione italiana di vostro interesse, ed accedere alle singole schede delle fattorie. Le aziende agricole, con la qualifica di fattoria didattica, sono spesso anche degli agriturismo, così questa sarà una buona occasione anche per gli adulti per godersi un po’ di pace, gustare qualche buon prodotto gastronomico e, perchè no, anche per imparare qualcosa!

Imparare l’italiano

Balza subito all’occhio la pecca del sito Parlare Italiano, per il resto molto ben fatto. Ovvero è spiacevole che l’inglese, lingua molto più vicina agli stranieri, non sia disponibile. Penso che il sito sia utile soprattutto a loro e che quindi sarebbe utile avere almeno la descrizione principale tradotta.

Descrizione che potrebbe sembrare scontata, ma che non lo è in quanto informa sui servizi che una scuola di lingua italiana offre ai propri iscritti.

Corsi che spaziano dall’insegnamento della lingua italiana, ai corsi di approfondimento su usi ed costumi italiani, della storia, della letteratura, dell’arte e della cultura, nonché della cucina.
Grazie al menù trovare una scuola sarà veloce e semplicissimo. Gli elenchi sono divisi in regioni e province. Ogni scheda offre informazioni quali indirizzo, recapiti, sito internet e descrizione dei corsi. Nelle rubriche trovano invece spazio le schede relative alle biblioteche e alle librerie straniere in Italia, dove gli stranieri possono leggere notizie e libri in lingua originale e gli italiani possono migliorare la conoscenza e l’utilizzo delle lingue straniere.

Nella sezione Vivere l’Italia, sono presenti guide di viaggio, alcune tradotte anche in inglese dedicate all’Italia. Vi si trovano le guide di famose città tipo Roma, Firenze, Milano e Torino, sia di località naturalistiche come il Gargano, zone sciistiche, e grotte.

Presso la sezione Vivere l’Italia sono inoltre disponibili news sulla moda e la cultura italiane.